Progetto Archivi Contemporanei di Storia Politica

Arte e cultura

Il progetto è stato ufficialmente avviato nel 2003 con sede presso la Tenuta Ca’ Tron di Roncade.

 

Gli obiettivi che l’Archivio persegue consistono nel raccogliere e conservare i fondi archivistici privati inerenti la storia della Ricostruzione della Marca Trevigiana dal secondo dopoguerra in poi, catalogando i materiali, allo scopo di agevolare l’accesso da parte della comunità scientifica, di ricercatori e studenti. La disponibilità del materiale è anche finalizzata a promuovere studi e ricerche, dibattiti e convegni di studio su tematiche inerenti la storia socio-politica della Ricostruzione post-bellica o importanti figure di personalità trevigiane dello stesso periodo.

 

Tra le iniziative promosse vi è anche iil recupero della storia trevigiana più recente mediante la memoria orale, coinvolgendo direttamente i protagonisti della vita politica trevigiana ancora viventi e portandoli a contatto con i giovani nelle scuole.

 

I documenti fino ad ora raccolti raggiungono circa 2.500 metri lineari ai quali si aggiunge una biblioteca di circa 20.000 volumi, nella quale sono confluiti i fondi librari della Cassa di Risparmio della Marca Trevigiana, della Fondazione Cassamarca, degli Amici della Poesia (un fondo dato in deposito, ricco di bibliografia d’autori trevigiani), del Comune di Spinea (volumi editi durante il Fascismo, ed in buona parte sul Fascismo stesso) e della Biblioteca di Lino Innocenti, aggiornatissima e dotata di rari volumi sulla storia, sulla politica, sui movimenti ecclesiali e sulla cultura del Novecento italiano e mondiale.

 

I fondi bibliografici, dei quali si è avviata la catalogazione con inserimento in rete nel sistema bibliografico provinciale, sono progressivamente aggiornati, acquisendo la bibliografia fondamentale per la storia della Ricostruzione postbellica.

 

Altro strumento utile alla consultazione degli studiosi è lo “Schedario socio-politico trevigiano”, nel quale vengono inseriti e costantemente aggiornati i profili biografici relativi alle personalità trevigiane del XX secolo con estensione a quelle dei nostri giorni, predisponendo delle schede biografiche, che vengono tenute aggiornate con la rassegna stampa e la bibliografia attuali.

 

Presso gli Archivi Contemporanei è stato istituito anche un “Centro Studi per la Storia delle Campagne Venete”, con la direzione scientifica di Danilo Gasparini, dove è confluito un vasto patrimonio d’archivio depositato dall’ULS n. 9 di Treviso, che raccoglie l’amministrazione delle campagne appartenute all’Ospedale di Treviso. Obiettivo di questo istituto culturale è di contribuire alla produzione, all’organizzazione e alla divulgazione di cultura storica contemporanea.