mercoledì, 18 Novembre 2020

I Venerdì della Cultura – Il processo a Casanova – 20 novembre 2020, ore 18:00

Paola Lambrini, professore ordinario di Diritto romano e Fondamenti del diritto europeo presso l’Università di Padova e presso la Facoltà di diritto canonico ‘San Pio X’ di Venezia, sarà l’ospite del prossimo appuntamento con i Venerdì della cultura.

Il tema della serata sarà: “I grandi processi della storia: Casanova”.

Nel pieno rispetto delle disposizioni di contenimento del Covid, la conferenza sarà in diretta streaming, collegandosi alla pagina Facebook della Fondazione Cassamarca e sarà possibile poi rivederla sul canale YouTube di Fondazione Cassamarca accedendo direttamente dal sito: www.fondazionecassamarca.it.

 

L’appuntamento è alle ore 18.00.

Il progetto è sostenuto dalla società Carlo Alberto Srl.

 

Ricordiamo anche le prossime conferenze in programma:

 

Venerdì 27 novembre

Goldoni, lo scrittore veneto che ha imposto la svolta moderna alla letteratura italiana

Paolo Ruffilli, scrittore e poeta

 

Venerdì’ 4 dicembre

I social network: istruzioni giuridiche per non farsi male

Massimo Stefanutti, avvocato

 

Venerdì’ 11 dicembre

Ludwig Van Beethoven alla luce del XXI secolo 

Gianluca Baldi, compositore, scrittore e titolare della cattedra di composizione presso il conservatorio Agostino Steffani di Castelfranco Veneto

 

Venerdì’ 18 dicembre

L’identità Veneta

Ulderico Bernardi, Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia

 

*****

 

Paola Lambrini

É professore ordinario di Diritto romano e Fondamenti del diritto europeo presso l’Università di Padova e presso la Facoltà di diritto canonico ‘San Pio X’ di Venezia. Ha al suo attivo numerosi saggi e monografie dedicati al diritto antico e vigente.

 

Abstract

 Venezia, 26 luglio 1755: il libertino Casanova viene arrestato e rinchiuso nel carcere dei Piombi; attende invano di sapere quali siano le accuse contro di lui e quanto tempo dovrà tra-scorrere in prigione, finché decide di fuggire a tutti i costi. Più che di un grande processo della storia, si può parlare in questo caso della storia di una grande evasione; ma è anche una sto-ria di spie, assoldate dal temutissimo tribunale degli Inquisitori di Stato e incaricate di seguire ogni movimento di Casanova; una vicenda di confraternite esoteriche e di scienze occulte, di libri proibiti e di gioco d’azzardo, di diatribe letterarie, di plagio di ingenui nobiluomini e di eresia, in un secolo di svolta epocale nella civiltà occidentale.